Veleracconto

Narrazioni digitali: come cambia la lettura per l’infanzia tra schermi e transmedialità

(cod. SOFIA 44396)

 –

4 settembre: 15-19; 5 settembre:10-14/15-19 – Palazzo Mandurino, Zollino 

Il corso si propone di offrire uno sguardo approfondito sui nuovi contenuti digitali per ragazzi, a schermo e online, dalle app ai videogiochi, dai canali video agli ebook, in un’ottica sempre più crossmediale.
In particolare, si tratterà di:

  • Nuovi modi di leggere nel digitale: come cambia l’esperienza di lettura a schermo
  • Contenuti per bambini in un’ottica transmediale: mondo di carta e mondo a schermo
  • Conoscere i videogiochi: narrazione e approccio ludico
  • Guardare e creare: come YouTube viene usato dai ragazzi e come può essere usato per promuovere la lettura
  • Pratiche di social reading ed altre esperienze di utilizzo dei nuovi media in classe

FINALITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE

Nel giro di una generazione, l’universo dei media che ci circonda è radicalmente cambiato, così come si sono modificate le abitudini di utilizzo di schermi e prodotti culturali, soprattutto nelle fasce di utenza più giovani. Ripercorrere le tappe di tale evoluzione consentirà di comprendere come vecchi generi e formati si siano evoluti e contaminati nei nuovi supporti, per dare a volte risultati inaspettati sul fronte del coinvolgimento dei ragazzi. 

OBIETTIVI FORMATIVI

  • Essere in grado di orientarsi nel nuovo sistema mediale dei contenuti più fruiti da bambini e ragazzi attraverso gli schermi di smartphone, computer e tv.
  • Cogliere le continuità e le discontinuità tra i sistemi mediali che si sono susseguiti negli ultimi anni in rapidissima successione.

METODOLOGIA DIDATTICA E MODALITÀ DI ATTUAZIONE

  • Una lezione frontale realizzata mediante la presentazione di slide e materiale audiovisivo
  • Attività laboratoriali per la progettazione di esperienze di lettura digitale e di creazione di contenuti attraverso piattaforme digitali
Roberta Franceschetti
Formatrice del modulo

Roberta Franceschetti

Presidente dell’associazione culturale Mamamò (Premio Andersen 2018 Migliore progetto sul digitale), che promuove la cultura e l’alfabetizzazione digitale di adulti e bambini. Giornalista, si occupa soprattutto di nuovi media. Ha lavorato per case editrici, agenzie ed enti come Giorgio Mondadori, Condé Nast, Franco Maria Ricci, Artefice, Ministero delle Finanze, Regione Puglia. È stata docente del corso per promotori della lettura nell’ambito del progetto “Invitro” nel modulo dedicato alla lettura e ai contenuti digitali per bambini/ragazzi. Dal 2017 è membro della giuria del Bologna ragazzi digital award, premio internazionale assegnato alle migliori creazioni digitali per bambini dalla Fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna.

AREA DOWNLOAD
MATERIALE DIDATTICO